La nuova Hyundai IONIQ: Accende il Salone di Ginevra

  • Debutta su Hyundai IONIQ, presentata in anteprima europea al Salone di Ginevra, una piattaforma tecnica in grado d’ospitare tre differenti motorizzazioni elettriche, rendendo accessibile a chiunque la tecnologia a zero e basse emissioni.
  • Stile e piacere di guida senza eguali fra le vetture elettriche.

- Allo stand Hyundai (pad. 1) del Salone di Ginevra 2016, debutta l’intera gamma della nuova Hyundai IONIQ, composta da IONIQ ibrida, IONIQ elettrica e IONIQ Plug-in.

IONIQ è infatti la prima auto di serie al mondo che consente di scegliere fra tre differenti motorizzazioni elettriche, rendendo accessibile a chiunque la tecnologia a zero e basse emissioni. Questa nuova, grande novità Hyundai vanta un design ed un piacere di guida senza compromessi, raggiunto mediante l’adozione delle più moderne tecnologie - anche in tema di connettività e sicurezza.

La nuova Ioniq rappresenta infatti una vera pietra miliare della strategia eco-sostenibile di Hyundai. La brand direction “New Thinking. New Possibilities” ha portato l’azienda a realizzare un’auto particolarmente originale nel proprio genere, che va ad ampliare la gamma con l’intento di continuare il percorso di crescita del marchio in Italia ed in Europa.

Play

IONIQ rappresenta un passo fondamentale per il nostro marchio in Europa. Abbiamo inteso realizzare un nuovo, originale prodotto in tema di e-mobility (mobilità elettrica): un’auto senza compromessi in tema di design, piacere di guida e nuove funzioni di connettività, rendendola accessibile a tutti.

Jochen SengpiehlVice Presidente Marketing di Hyundai Motor Europe

Sia la IONIQ ibrida (caratterizzata dalla griglia esagonale frontale, cerchi da 15” e 17” con fari Bi-xeno abbinati a luci diurne a LED verticali) che la IONIQ Plug-in (che dispone anche dei fari anabbaglianti con LED e cerchi da 16”) sono equipaggiate con il nuovo propulsore “Kappa”, un 1.6 benzina GDI 4 cilindri ad iniezione diretta che vanta un rendimento termico al vertice della categoria (40%): è in grado di erogare 105 CV e 147 Nm di coppia massima. Si tratta di un motore appositamente sviluppato per abbinarsi alla propulsione ibrida, collegato ad un inedito cambio a sei rapporti a doppia frizione (DCT), dal funzionamento estremamente fluido e che differenzia significativamente la IONIQ dalla migliore concorrenza - per via di un’esperienza di guida ben più dinamica.

Il motore elettrico addizionale permette anche una guida 100% elettrica. Significative, in tema di piacere di guida, la coppia istantaneamente disponibile e l’adozione delle sospensioni posteriori multi-link, che incidono positivamente su maneggevolezza e tenuta di strada. Esteticamente, si riconoscono per gli inserti di colore blu elettrico - esterni ed interni (prese d’aria, console centrale, etc): la IONIQ plug-in dispone anche del “tappo” che cela la presa per la ricarica, inserito nel parafango anteriore sinistro.

Il motore elettrico della IONIQ in versione ibrida eroga 32 kW (43,5 CV) con una coppia massima di ben 170 Nm, alimentato da una batteria con polimeri agli ioni di litio dalla capacità di 1,56 kWh - posizionata sotto i sedili posteriori: ottimizza il proprio contributo al propulsore durante la marcia, rigenerando rapidamente la carica necessaria. In combinazione con il motore 1.6 GDI, la IONIQ ibrida eroga una potenza massima di 103,6 kW (141 CV) e fino a 265 Nm di coppia massima, in grado di spingerla ad una velocità massima di 185 km/h (120 km/h in modalità solo elettrica). Emissioni di CO2 previste a partire da 79 g/km (ciclo combinato).

Gli appassionati che opteranno per la IONIQ plug-in potranno contare su oltre 50 chilometri (stimati) di silenziosa guida 100% elettrica, spinti dalla potente batteria di 8,9 kWh con polimeri agli ioni di litio. I 45kW (61 CV) del motore elettrico, sommati alla brillantezza del 4 cilindri 1.6 GDI che equipaggia la IONIQ plug-in, permettono all’auto di raggiungere una potenza massima di 103,6 kW (141 CV), con emissioni di CO2 contenute in 32 g/km.

La versione elettrica della IONIQ è in grado di regalare al guidatore una marcia silenziosa, completamente elettrica (e-mobility), mediante una batteria con polimeri agli ioni di litio da 28 kWh, per un’autonomia massima stimata di oltre 250 km. Disponibile istantaneamente, la coppia massima di 295 Nm viene erogata dal motore elettrico, dalla potenza massima di 88 kW (120 CV): attraverso una trasmissione diretta (si può scegliere fra le modalità “Sport”, “Normal” ed “Eco”), può spingere la vettura fino a 165 km/h. C’è anche maggiore spazio per i passeggeri anteriori grazie all’assenza di alcuni tradizionali elementi della trasmissione (il motore anteriore è direttamente collegato all’asse). Dispone altresì anche di un freno di stazionamento elettronico (EPB) e, tramite la modalità “ricarica veloce”, bastano solo 24 minuti per ottenere l’80% di carica delle batterie.

Cambio 6DCT per IONIQ ibrida e IONIQ Plug-in

Particolare attenzione riveste l’adozione di un cambio a doppia frizione (6DCT) su IONIQ ibrida e IONIQ plug-in, lo Stato dell’Arte della tecnologia ed una scelta esclusiva di Hyundai per rendere sempre più fluida e brillante la guida e migliorare le prestazioni complessive. Il guidatore può optare per per le modalità “Sport” ed “Eco”.

Una volta entrati nell’abitacolo delle tre diverse versioni della IONIQ, l'esperienza del cliente si arricchisce ulteriormente: in tema di connectivity sono infatti disponibili Android Auto, Apple Car Play, servizi Tom Tom Live e ricarica wireless del proprio smartphone. Inoltre, un’esperienza di guida digitale è assicurata dal quadro strumenti da 7 pollici TFT ad alta risoluzione (1280x720 pixel), che cambia colore e visualizzazione a seconda della modalità di guida impostata: visualizza comunque ogni informazione relativa ai parametri della vettura.

In tema di sicurezza attiva, ogni IONIQ presenta un “pacchetto” d’assoluta avanguardia, fra cui spiccano l’AEB (Frenata Autonoma d'Emergenza), il Lane-Keep Assist System (LKAS), il controllo dell’angolo cieco (BSD), la vista posteriore (Rear Cross Traffic Alert) oltre al cruise control adattivo. Al vertice della categoria la capacità di carico, che va dai 650 litri della IONIQ elettrica e Plug-in fino ai 750 litri di capacità della IONIQ ibrida (con l’abbattimento dello schienale posteriore).

Il design della nuova IONIQ, simile per le tre versioni, vanta un Cx (coefficiente aerodinamico) di 0,24 che la pone ai vertici della categoria, grazie ad una filante aerodinamica – composta da superfici morbide ed eleganti. Un’estetica originale, fluida pur in una grintosa configurazione “cinque porte” che richiama il naturale flusso dell'aria, ne caratterizzano volumi e struttura. 

La combinazione di acciaio ad ultra-alta resistenza (sviluppato specificatamente nell’acciaieria Hyundai) ed alluminio adottata per la IONIQ ha permesso ad esempio di risparmiare oltre 12,4 kg nella realizzazione di cofano e baule posteriore, oltre a contenere il peso ed aumentare la resistenza della struttura in altre aree della vettura: ad esempio, la sospensione posteriore multi-Link è più leggera di 7,14 kg rispetto a quella montata su un tradizionale modello Hyundai. Particolari elementi distintivi di colore blu caratterizzano la IONIQ ibrida e la versione Plug-in, e sono presenti sia esternamente che all’interno dell’abitacolo, per un design coordinato. Nella IONIQ elettrica tali particolari sono realizzati in color rame (conduttore d’elettricità), per richiamare la tradizionale colorazione dei cavi elettrici.

Hyundai ha già una tradizione dichiarata in ambito “green”, grazie ad una gamma che spazia dalla ix35 Fuel Cell (elettrica alimentata ad idrogeno) a diverse vetture in versioni ibride e plug-in (Sonata, etc). Ora, con il lancio europeo del nostro primo modello dedicato, IONIQ, desideriamo affermarci come l'unico costruttore al mondo di automobili ibride, elettriche, plug-in ibridi e vetture a celle combustibile.

Thomas A. SchmidCEO (Chief Operating Officer) di Hyundai Motor Europe