Le novità al Salone di Ginevra 2017: Nuova i30 Wagon e FE Concept

  • Prossimo arrivo in gamma, Hyundai i30 Wagon offre uno stile elegante e versatile, con una capacità di carico ai vertici della categoria
  • Il prototipo FE Concept anticipa i prossimi passi di Hyundai nella mobilità a impatto zero, che diviene ancor più accessibile con l’ingresso della nuova IONIQ Plug-in che completa la gamma IONIQ
  • La concept IONIQ a guida autonoma e i robot indossabili riflettono la vision di Hyundai sul futuro della mobilità; mentre la concept RN30 e la i20 Coupe WRC spiccano per le performance sportive

- Hyundai è pronta a svelare le novità del Salone di Ginevra 2017: riflettori puntati sulle due anteprime mondiali, la nuova i30 Wagon e il prototipo FE Concept.

In mostra anche la IONIQ Plug-in, che completa la gamma già disponibile nelle versioni Hybrid ed Electric. Sulla scia del successo ottenuto a Las Vegas durante il CES, Hyundai è orgogliosa di presentare la vision sul futuro della mobilità con la concept IONIQ a guida autonoma e il progetto di esoscheletri innovativi nati per agevolare la mobilità delle persone. Adrenalina e azione dominano infine l’area espositiva dedicata alla Hyundai i20 Coupe WRC e all’elettrizzante concept RN30, anticipazione delle elevate prestazioni garantite dai modelli N.

Nuova Hyundai i30 Wagon: l’eleganza incontra la versatilità

Riflettori puntati sul debutto mondiale della nuova Hyundai i30 Wagon, che conferisce un ulteriore tocco di eleganza e versatilità al filante design della nuova i30 5porte. La nuova Hyundai i30 Wagon vanta livelli di eccellenza in tema di capacità di carico: è infatti fra le pochissime wagon del “segmento C” a superare i 600 litri di capienza in configurazione standard (602 litri, VDA 211), dato che supera i 1.650 litri (VDA 214) con i sedili posteriori abbassati. Sotto il pianale di carico, sono presenti altri comodi scompartimenti, che aggiungono ulteriore versatilità alla vettura. Inoltre, la combinazione fra i gruppi ottici anteriori full-LED e le luci diurne verticali a LED accentua il carattere distintivo del modello, sottolineandone il forte impatto visivo sin dal primo sguardo.

La nuova Hyundai i30 Wagon parla lo stesso linguaggio stilistico della famiglia i30, contraddistinta nel frontale dalla Cascading Grille, comune a tutte le nuove generazioni dei modelli Hyundai. Le linee affusolate del tetto e il profilo dinamico della nuova i30 Wagon sono ulteriormente enfatizzati dalla cornice cromata che corre lungo il profilo dei finestrini.

Thomas BürkleChief Designer presso il Centro Design di Hyundai in Europa

Disegnata, sviluppata, testata e prodotta in Europa, la nuova Hyundai i30 Wagon incarna perfettamente i valori e l’identità della casa automobilistica. La nuova Hyundai i30 è più di un semplice modello – è un’intera famiglia che comprende 4 versioni diverse, unite da un design raffinato, senza tempo. Il lancio della Wagon segna un ulteriore passo avanti, offrendo il perfetto equilibrio di eleganza e versatilità.

Thomas A. SchmidChief Operating Officer di Hyundai Europa

Il Prototipo FE Concept anticipa la prossima generazione di Fuel Cell Hyundai

A Ginevra, Hyundai svela anche il prototipo FE Concept che anticipa la prossima generazione di veicoli fuel cell, confermando così l’impegno e la leadership nello sviluppo della mobilità a idrogeno. Il nuovo prototipo, oltre a essere elegante e innovativo, ha un’autonomia di oltre 800 chilometri, anche per adattarsi all’attuale infrastruttura di rifornimento.

Hyundai ha costruito un solido background come produttore di veicoli innovativi ed efficienti, e punta a diventare un riferimento globale per la mobilità sostenibile, anche attraverso la leadership nelle tecnologie fuel cell. Il nostro sogno è creare una Hydrogen Energy Society: per raggiungere questo obiettivo abbiamo bisogno del contributo di stakeholder di diversi settori, capaci di allineare gli sforzi nei campi della produzione, distribuzione e creazione di infrastrutture.

Woong Chul YangVice Chairman di Hyundai Motor Company

IONIQ Plug-in: punto di incontro delle versioni ibrida ed elettrica

In occasione del Salone di Ginevra Hyundai espone l’intera gamma IONIQ, che si completa con il lancio della Plug-in, in arrivo a maggio sui mercati europei. IONIQ è stata la prima auto di serie al mondo a offrire la scelta fra tre differenti motorizzazioni a zero/basse emissioni: ibrida, elettrica e plug-in. Un passo importante all’interno del progetto che vedrà introdurre 14 modelli a basso impatto ambientale entro il 2020 (4 ibridi, 4 plug-in, 4 elettrici e 1 fuel cell).

La Hyundai IONIQ Plug-in combina un motore 1.6 benzina GDI 4 cilindri a iniezione diretta che vanta un rendimento termico al vertice della categoria (40%) e che eroga 105 CV (coppia massima 147Nm), con un motore elettrico da 45 kW (61CV) attivato da una batteria di 8,9 kWh agli ioni polimeri di litio, che garantisce fino a un massimo di 63km (stimati) di silenziosa guida 100% elettrica – con emissioni di CO2 a 26 g/km* e consumi pari a 1.1 l/100 km* (ciclo combinato NEDC).

Con il lancio della Plug-in completiamo la gamma IONIQ, grazie alla quale la mobilità sostenibile diviene accessibile a un pubblico sempre più ampio. Offrendo la scelta fra tre differenti motorizzazioni a zero o basse emissioni, IONIQ è unica nel suo genere e non scende a compromessi in tema di design, piacere di guida, e sistemi di connettività. Per noi, è un’auto guidata dalla e-motion.

Jochen SengpiehlVicepresidente Marketing di Hyundai Europa

La concept IONIQ a guida autonoma

Dopo il successo ottenuto al CES di Las Vegas, Hyundai presenta al Salone di Ginevra 2017 anche la concept IONIQ a guida autonoma, equipaggiata con un dispositivo LiDAR integrato nel paraurti anteriore (anziché sul tetto), che permette di mantenere le linee slanciate del modello. Tutti i visitatori saranno invitati a vivere in prima persona l’esclusiva esperienza di guida autonoma grazie a due simulatori di realtà virtuale disponibili allo stand.

Azione e adrenalina con la concept RN30 e la Hyundai i20 Coupe WRC

Hyundai espone a Ginevra anche la concept RN30, che anticipa i prossimi modelli sviluppati sotto il marchio ‘N’ ad alte prestazioni. Sviluppata sulla base della Nuova i30, RN30 nasce come modello da corsa, equipaggiato con un motore 2.0 turbo da 380 CV a trazione integrale.

Hyundai Motorsport espone anche la Hyundai i20 Coupe WRC. Sviluppata sulla base della Hyundai i20 Coupe, la versione da competizione è stata creata nel pieno rispetto delle regole tecniche del campionato mondiale WRC, che quest’anno lascia maggiore libertà in termini di aerodinamica.

Le modifiche apportate rendono i modelli più potenti, aumentando così divertimento e azione nelle competizioni WRC in tutto il mondo. Forti dell’esperienza di due stagioni, quest’anno vogliamo lavorare sulla scia del successo ottenuto.

Michel NandanTeam Principal di Hyundai Motorsport

Una rivoluzione per la mobilità personale

Sullo stand Hyundai a Ginevra vengono presentati anche i robot indossabili H-MEX, HUMA e H-WEX: ultima frontiera della mobilità personale, sistemi all’avanguardia capaci di garantire una reale assistenza al movimento. L’esoscheletro H-MEX (Hyundai Medical Exoskeleton) aiuta i pazienti con lesioni alla parte bassa della spina dorsale a recuperare la capacità di camminare. Il sistema HUMA (Hyundai Universal Medical Assist) garantisce assistenza al movimento alle persone con limitata capacità motoria. Inoltre, la tecnologia H-WEX (Hyundai Waist Exoskeleton), supportando i movimenti del tronco e della vita, previene lesioni alla schiena ai lavoratori durante il sollevamento di oggetti pesanti.

Le innovazioni nel campo della mobilità-assistita dimostrano l'ambizione di Hyundai di diventare una realtà sempre più versatile, capace di offrire alle persone nuove soluzioni di mobilità che vanno oltre quella tradizionalmente intesa, sulle quattro ruote. In futuro, speriamo che le nostre tecnologie possano migliorare la vita delle persone e offrire loro un maggiore benessere.

Tae Won LimVertice dell’istituto Hyundai Central Advanced Research and Engineering

* Efficienza, emissioni CO2 e dati sulle performance sono provvisori, quindi soggetti a omologazione