Hyundai protagonista a e_mob 2020 per la mobilità a zero emissioni

  • Hyundai ha preso parte a e_mob 2020, quarta edizione dell’eMobility Festival, per contribuire al dibattito sul futuro della mobilità sostenibile
  • Andrea Crespi, Managing Director di Hyundai Italia, è intervenuto con altri protagonisti della mobilità EV in Italia nella tavola rotonda dedicata all’analisi e alle proposte per affrontare le sfide per il futuro potenziamento del trasporto elettrico
  • Crespi ha evidenziato la necessità di una strategia nazionale condivisa affiancata alla cooperazione tra tutti gli attori del mercato, per sostenere l’accelerazione dello sviluppo della mobilità sostenibile nel Paese

- Hyundai ha preso parte a e-mob 2020, 4° edizione del festival della mobilità elettrica che si è svolto quest’anno in modalità digitale.

Nel corso della tavola rotonda con i principali attori della mobilità elettrica in Italia, Andrea Crespi, Managing Director di Hyundai Italia, ha illustrato la visione di Hyundai, da anni uno dei principali player nelle soluzioni di trasporto a zero emissioni. Durante il dibattito, volto a fornire risposte concrete e praticabili a tutta la filiera e a sensibilizzare il supporto delle istituzioni, Crespi ha descritto l’impegno attivo di Hyundai basato su tre pilastri: investimenti ingenti nella tecnologia, una strategia di elettrificazione ben definita e soluzioni pratiche per i clienti.

Con la più ampia gamma di motorizzazioni elettrificate sul mercato - full electric, mild-hybrid, full-hybrid, plug-in hybrid e fuel cell – Hyundai Motor Group vanta infatti un’esperienza nell’elettrificazione ormai trentennale, e ha già annunciato un investimento di oltre 40 miliardi di euro entro il 2025 nella mobilità del futuro - che si tradurrà in 44 modelli elettrificati - e di 6,7 miliardi di euro entro il 2030 nella tecnologia a idrogeno in cui Hyundai è stata pioniera: dal 2000 con il primo veicolo a celle a combustibile – Santa Fe FCEV – passando al 2013 con ix35 Fuel Cell, prima auto a idrogeno al mondo prodotta in serie, fino al 2018 con NEXO, il SUV fuel cell allo stato dell’arte.

Nell’ambito della strategia a zero emissioni, Hyundai ha recentemente lanciato il nuovo brand IONIQ, dedicato ai nuovi veicoli elettrici a batteria, che presenterà 3 innovativi modelli nei prossimi 4 anni, a partire dal 2021 con IONIQ 5. L’obiettivo è essere tra i tre principali fornitori di veicoli elettrici in Europa entro il 2025. L’elettrificazione di Hyundai si muove anche verso altri settori della mobilità, dal motorsport ai trasporti commerciali, con il debutto di XCIENT Fuel Cell, primo camion a idrogeno a essere costruito in serie, le cui prime unità sono state consegnate in Svizzera lo scorso ottobre.

Il percorso di elettrificazione della gamma rappresenta infatti un punto focale nella strategia del brand, che entro la fine del 2020 offrirà in Italia quasi il 90% dei modelli commercializzati in versione elettrificata proponendo tutte le tecnologie con un portafoglio completo di prodotti innovativi per soddisfare le diverse esigenze di tutti i clienti, un traguardo raggiunto proponendo soluzioni pratiche e concrete.

In chiusura del suo intervento, Crespi ha inoltre descritto la visione della mobilità elettrica di Hyundai che trova la massima realizzazione in Kona Electric: Accessibile, con l’innovativa formula di leasing By Mobility che propone il primo SUV compatto a zero emissioni a partire da 199 euro al mese (con Ecobonus statale); Tecnologica, grazie a un’autonomia fino a 484 km (oltre 650 km in città) e un’efficienza record di 14,3 kWh/100 km; Sicura, in virtù dei numerosi sistemi di guida assistita e di sicurezza attiva ai vertici della categoria; Connessa, attraverso un sistema di infotainment all’avanguardia e ai servizi di telematica Bluelink; Semplice, con il servizio integrato di ricarica pubblica Charge My Hyundai insieme alla garanzia unica di 5 anni a km illimitati.

Infine, Hyundai auspica in una collaborazione con tutti gli attori per definire una strategia unica e condivisa a livello nazionale. Se da una parte è importante che i diversi player, dai produttori ai fornitori di servizi di mobilità elettrica, continuino lo sviluppo per arricchire e rendere sempre più accessibile la mobilità a zero emissioni, è fondamentale promuoverne al meglio l’accelerazione attraverso un intervento strutturato e centralizzato che permetta agli stessi attori del mercato di avere obiettivi chiari e comuni, senza tralasciare alcun aspetto della filiera e dando un giusto e concreto supporto ai clienti.

Di cruciale importanza sarà illustrare nel migliore dei modi al pubblico – privato e aziendale – i vantaggi tangibili che offre la mobilità elettrificata, nel presente e nel futuro, rimuovendo le barriere all’acquisto frutto di convinzioni errate ma diffuse nell’opinione pubblica.

Hyundai è inoltre presente con uno stand virtuale accessibile dalla piattaforma online di e_mob 2020, da cui è possibile entrare in contatto con tutti i canali del brand e scoprire la gamma elettrificata Hyundai: Kona Electric, Kona Hybrid, IONIQ nelle varianti elettrica, ibrida e ibrida plug-in, a cui si aggiungeranno nelle prossime settimane Nuova Tucson e Nuova Santa Fe in versione full hybrid e, nei prossimi mesi, anche plug-in hybrid.

Oltre a continuare ad essere protagonista nell’elettrificazione, la strategia per il futuro di Hyundai vede come obiettivo finale la transizione da produttore di auto a vero e proprio Smart Mobility Solution Provider, facendo leva su tecnologie avanzate per offrire esperienze di mobilità intelligente a 360° che sappiano combinare device e servizi in modo ottimale per andare incontro ai bisogni in rapido cambiamento dei clienti.