Hyundai Motor Group e Aptiv: una joint venture per la guida autonoma

  • La joint venture accelera lo sviluppo di sistemi di guida autonoma pronti per la produzione, con l’obiettivo di commercializzare le tecnologie di Livello 4 e 5
  • La piattaforma di guida autonoma sarà disponibile per i fornitori di robotaxi, gli operatori di flotte e le case automobilistiche nel 2022
  • La partnership rafforza la visione condivisa di Hyundai Motor Group e Aptiv di rendere la mobilità sempre più sicura, ecologica, connessa e accessibile
  • I contributi complessivi di Hyundai Motor Group e Aptiv ammontano a 4 miliardi di dollari. Ciascuno detiene il 50% di quote della joint venture

- Hyundai Motor Group e Aptiv (NYSE: APTV) hanno annunciato che costituiranno una joint venture per la guida autonoma.

Questa partnership unisce uno dei fornitori di tecnologie per veicoli più innovativi e uno dei maggiori produttori di veicoli al mondo.

La joint venture accelererà la progettazione, lo sviluppo e la commercializzazione di tecnologie autonome di Livello SAE 4 e 5, implementando la posizione di leadership dei partner nell'ecosistema globale della guida autonoma. La joint venture inizierà a testare sistemi di guida totalmente autonoma nel 2020 e avrà una piattaforma di produzione disponibile per i fornitori di robotaxi, gli operatori di flotte e le case automobilistiche produttori automobilistici nel 2022.

Nell'ambito dell'accordo, Hyundai Motor Group e Aptiv avranno ciascuna una partecipazione del 50% nella joint venture, per un valore complessivo di 4 miliardi di dollari USD. Aptiv contribuirà con la sua tecnologia di guida autonoma, la proprietà intellettuale e circa 700 dipendenti concentrati sullo sviluppo di soluzioni di guida autonoma scalabili. Le affiliate di Hyundai Motor Group - Hyundai Motor, Kia Motors e Hyundai Mobis - contribuiranno complessivamente con 1,6 miliardi di dollari in contanti al closing e 0,4 miliardi di dollari in servizi di ingegneria dei veicoli, risorse di Ricerca & Sviluppo e accesso alla proprietà intellettuale.

La partnership rafforza la visione condivisa delle aziende di rendere la mobilità sempre più sicura, ecologica, connessa e accessibile, attraverso lo sviluppo e la commercializzazione di veicoli autonomi con le migliori performance e la più elevata sicurezza.

La nuova joint venture segna l'inizio di un viaggio con Aptiv verso l’obiettivo comune di commercializzare la guida autonoma. Le capacità combinate di Aptiv, una delle principali società tecnologiche globali, e del nostro Gruppo, un OEM globale, creeranno inestimabili sinergie per guidare da leader il settore della guida autonoma.

Euisun ChungExecutive Vice Chairman di Hyundai Motor Group

Questa partnership rafforza ulteriormente le capacità di Aptiv di essere leader del settore nello sviluppo di sistemi avanzati di assistenza alla guida, soluzioni di connettività dei veicoli e architettura dei veicoli intelligenti. Le capacità ingegneristiche e di Ricerca & Sviluppo all'avanguardia di Hyundai Motor Group lo rendono il nostro partner ideale per far progredire lo sviluppo di una piattaforma autonoma operativa per la produzione.

Kevin ClarkPresidente e Amministratore delegato di Aptiv

La nuova joint venture sarà guidata da Karl Iagnemma, Presidente di Aptiv Autonomous Mobility, con sede a Boston e con centri tecnologici negli Stati Uniti e in Asia, compresa la Corea. Hyundai Motor Group e Aptiv nomineranno ciascuno un numero uguale di dirigenti per guidare la joint venture.

Le operazioni della joint venture in Corea fungeranno da centro tecnologico chiave, base per la modifica dei veicoli e banco di prova per piattaforme di servizi di mobilità autonoma. Si prevede che la forte presenza di Hyundai Motor Group nel mercato automobilistico locale e l'infrastruttura 5G di livello mondiale del Paese siano un forte stimolo per lo sviluppo della partnership.

Hyundai Motor Group e Aptiv: creazione di un mondo senza conducente sicuro e affidabile

Hyundai Motor Group ha creato una catena del valore basata su automobili, acciaio e costruzioni e le sue aree di business comprendono anche logistica, finanza, IT e servizi. Con circa 250.000 dipendenti in tutto il mondo, le principali affiliate del Gruppo includono le case automobilistiche Hyundai Motor e Kia Motors, nonché la divisione produzione ricambi auto Hyundai Mobis.

Il recente investimento di Hyundai Motor Group è l’espressione dell’impegno del leader automobilistico coreano nel realizzare una guida completamente autonoma con il più alto livello di sicurezza. Hyundai ha iniziato a testare veicoli autonomi su strade pubbliche negli Stati Uniti nel 2015 con una licenza dello stato del Nevada.

Durante il CES nel 2017, Hyundai ha fatto un passo ulteriore, dimostrando al pubblico le tecnologie di guida autonoma con il suo modello autonomo IONIQ in ambienti urbani. Nel febbraio 2018, Hyundai ha mostrato con successo la tecnologia di guida autonoma di livello 4 su autostrada, con cinque veicoli elettrici a cella a combustibile NEXO che hanno viaggiato per 190 chilometri da Seul a Pyeonchang senza alcun coinvolgimento del conducente.

Aptiv è una società tecnologica globale con un portafoglio leader nel settore di soluzioni avanzate di mobilità che include sistemi di percezione, algoritmi software, piattaforme di calcolo e distribuzione di dati e energia.

Gli ingegneri che si occupano di guida autonoma in Aptiv hanno guidato lo sviluppo di software per auto a guida autonoma ad alte prestazioni dalla storica DARPA Challenge del 2007. Nel 2015 la Società ha condotto la prima trasmissione automatizzata da costa a costa negli Stati Uniti ed è stata la prima a distribuire commercialmente veicoli autonomi a livello globale.

Aptiv gestisce oltre 100 veicoli autonomi in più continenti, in una vasta gamma di condizioni di guida e ambienti, tra cui il più grande dispiegamento commerciale di veicoli autonomi a Las Vegas con una rete di trasporto passeggeri. Ad oggi, l’azienda ha fornito oltre 70.000 corse autonome pagate, servendo oltre 2.700 destinazioni, mantenendo una valutazione media quasi perfetta da parte dei passeggeri di 4,95 stelle su 5.

La transazione è soggetta alle approvazioni previste dalla legge e ad altre consuete condizioni di closing e dovrebbe concludersi all'inizio del secondo trimestre 2020.