Hyundai Hydrogen Mobility e Hydrospider: ecosistema a idrogeno

  • Il primo impianto di elettrolisi da 2MW in Svizzera inizierà a produrre idrogeno “green” nella centrale idroelettrica di Gösgen da fine 2019
  • Hyundai Hydrogen Mobility (HHM) e Hydrospider danno il via a una partnership insieme ad altre aziende di logistica, retail e trade, per costruire un ecosistema industriale a idrogeno in tutta Europa
  • La tecnologia a celle a combustibile ‘made in Hyundai’ promuoverà il trasporto pulito del futuro: nel 2020, Hyundai consegnerà i primi 50 camion a celle a combustibile in Svizzera
  • Quello di HHM e Hydrospider diventa un business case fondamentale per dimostrare la sostenibilità economica, e ambientale, del trasporto commerciale a idrogeno – risolvendo il dilemma tra futuro della mobilità elettrica e soluzioni energetiche

- HHM, joint venture tra Hyundai Motor Company e H2 Energy, ha stretto una partnership con Hydrospider per promuovere lo sviluppo di un ecosistema a idrogeno ‘green’ a partire dalla Svizzera e in Europa

Nei giorni scorsi, HHM e Hydrospider hanno organizzato una cerimonia inaugurale nella centrale idroelettrica di Alpiq a Gösgen, Svizzera, presentando un nuovo modello di business per la mobilità green basato sui camion elettrici a celle combustibili, alimentati dall’idrogeno “green” prodotto da Hydrospider – insieme a un importante piano per lo sviluppo della necessaria infrastruttura di rifornimento. Durante l’evento, Hyundai ha svelato alcuni dettagli della prossima generazione di camion fuel cell Hyundai H2 Xcient, mostrando un video dei nuovi Xcient già su strada.

Grazie alle tecnologie a idrogeno più avanzate su scala globale, Hyundai esordisce così nel trasporto europeo ‘green’ come fornitore di camion fuel cell. Con l’obiettivo di assumere un ruolo chiave in Europa nel crescente ecosistema della mobilità a idrogeno, Hyundai e H2 Energy hanno annunciato la costituzione della joint venture Hyundai Hydrogen Mobility. 

Nell’ambito dell’accordo, HHM ha annunciato la consegna di 1.600 camion fuel cell per il trasporto pesante entro il 2025, segnando l'ingresso di Hyundai nel settore europeo dei veicoli commerciali eco-friendly. I camion elettrici fuel cell verranno forniti all’interno di uno speciale ecosistema green studiato ad hoc, ai membri dell’associazione H2 Mobility Switzerland e ad altre aziende di trasporto e logistica attive nella mobilità a idrogeno in Svizzera.

In un’Europa dove la mobilità green in linea con le strette normative sulle emissioni di CO2 desta un interesse sempre maggiore, HHM diventa un player chiave nel mercato continentale dei veicoli commerciali elettrici fuel cell. La JV si espanderà dunque in altri Paesi europei, dopo la Svizzera. Già in Germania, Paesi Bassi, Austria e Norvegia c’è grande attenzione sullo sviluppo di infrastrutture e già numerose alleanze nel campo dell’idrogeno. 

Fondata a inizio 2019 per la produzione di idrogeno ‘pulito’ e la relativa distribuzione alle stazioni di rifornimento, Hydrosper conta sulla partecipazione di H2E, Linde e Alpiq, che ha ospitato l’evento proprio nella centrale idroelettrica di Gösgen. La produzione di idrogeno viene commissionata a partire da fine 2019 nella struttura di Gösgen, centrale idroelettrica costruita nel 1917 e attiva da oltre 100 anni (interessata da una ristrutturazione tra il 1997 e il 2000). 

HHM, Hydrospider insieme ai membri dell’associazione H2 Mobility Switzerland stanno collaborando per creare l’infrastruttura necessaria alla mobilità dei camion fuell cell, attraverso un business case rilevante dove il punto chiave è la dimostrazione della sostenibilità economica, e ambientale, del trasporto commerciale a idrogeno.

Leader mondiale nello sviluppo delle tecnologie a celle a combustibile, Hyundai può rispondere all’enorme domanda di trasporto pesante a idrogeno guadagnandosi un ruolo chiave in Svizzera attraverso HHM. In generale, la domanda globale di veicoli commerciali ecologici è prevista in aumento anche in virtù di politiche sempre più attente all’ambiente nei diversi Paesi.

La prossima generazione di camion a cella a combustibile Hyundai H2 XCIENT Fuel Cell  

La fornitura di una flotta di camion elettrici fuel cell in Svizzera segna per Hyundai il primo importante passo come leader FCEV nel settore dei veicoli commerciali green.

Il camion a celle a combustibile Hyundai H2 XCIENT è stato sviluppato secondo le normative europee. Dotato di un nuovo sistema di celle a combustibile a idrogeno da 190 kW con due pile fuel cell da 95 kW connesse in parallelo, XCient raggiunge un’autonomia di circa 400 km con un pieno di idrogeno, e si compone di sette grandi serbatoi di idrogeno con una capacità di stoccaggio di quasi 35 kg.

I camion elettrici fuel cell Hyundai saranno disponibili ai clienti in Svizzera, a partire dai membri della H2 Mobility Switzerland Association.

Grazie alla partnership tra Hyundai Hydrogen Mobility e Hydrospider, Hyundai Motor offrirà i suoi camion elettrici fuel cell in un ecosistema appositamente creato. Crediamo che questo business case sia in grado di dimostrare la sostenibilità sia economica che ambientale della mobilità dei camion fuel cell. Ancora una volta, Hyundai dimostra grande impegno verso l’innovazione e l’ambiente.

In Cheol LeeExecutive Vice President e capo della divisione Veicoli Commerciali di Hyundai Motor

Hyundai è leader mondiale nelle tecnologie a idrogeno e ciò è stato ulteriormente enfatizzato dal nuovo camion fuel cell Xcient. Hydrospider è molto orgogliosa di far parte di questa partnership all’avanguardia. Oltre a produrre idrogeno green, stiamo creando un ecosistema con la struttura necessaria che permette a questi veicoli di operare con successo nel mercato svizzero.

Rolf HuberPresidente di Hydrospider AG

A proposito di H2 Energy

H2 Energy opera a livello industriale in tutta la filiera di idrogeno in Svizzera, che comprende la produzione di idrogeno e la distribuzione, le stazioni di rifornimento, l’approvvigionamento di veicoli fuel cell e molte altre aree. H2 Energy offre anche soluzioni di business e ingegneristiche in molti Paesi d’Europa, forte di un’esperienza molto tecnica, di un’infrastruttura diffusa, della solida presenza sul mercato e delle numerose connessioni nel settore.  

A proposito di Alpiq

Alpiq è uno dei principali fornitori di servizi energetici in Svizzera, oltre che uno dei maggiori produttori di energia elettrica in Europa. Il Gruppo Alpiq produce da oltre 100 anni energia ecologica e sostenibile, proveniente da fonti idroelettriche carbon-free in Svizzera. Le centrali gestite dall’azienda comprendono anche quote in due centrali nucleari svizzere, oltre che centrali termiche flessibili, parchi eolici e sistemi fotovoltaici in tutta Europa.

A proposito di Linde Group

The Linde Group è un fornitore leader a livello mondiale di gas industriali, di processo e per applicazioni speciali oltre che una delle aziende con i maggiori profitti nel settore dell'ingegneria industriale. I prodotti e i servizi Linde sono reperibili in quasi ogni settore industriale, in oltre 100 paesi.