Road to Busan: oltre 18.000 km a bordo di Hyundai Kona Electric

  • Yuna Moon, ingegnere civile nelle Isole Canarie, di origini sud-coreane, sta affrontando una sfida di oltre 18.000 km a emissioni zero
  • Partito da Gran Canaria a bordo di Hyundai Kona Electric, Yuna punta a completare il viaggio iniziato dal padre fino a Busan, in Corea del Sud
  • Il viaggio ha toccato anche Genova, Milano e Torino. Con questa iniziativa, Hyundai intende dimostrare che viaggiare a impatto zero non pone limiti di distanza 

- Gran Canaria e la Corea del Sud distano fra loro più di 18.000 km.

Culture, lingue, climi, tradizioni differenti: mezzo mondo separa i due Paesi. Eppure, la storia ha creato un forte legame, a partire dagli anni Sessanta, con l’emigrazione del Dopoguerra.

Un legame raccontato oggi dalla storia di Chang–Hyun Moon (Yuna) e della sua sfida per mostrare al mondo che quando si ha un sogno, per quanto irraggiungibile appaia, sta a noi renderlo realtà.

Play

Il padre di Yuna era un capitano della flotta di pescherecci coreana. Salpò da Busan per un viaggio intorno al mondo; ha attraversato il Pacifico, il canale di Panama, l’Atlantico, per poi raggiungere le Isole Canarie. Ma il destino gli ha impedito di completare il giro del mondo e arrivare fino alla Corea: non è infatti mai più tornato a Busan. Quarant’anni dopo, suo figlio Yuna, ingegnere civile specializzato nei trasporti e con la vocazione per la sostenibilità, ha voluto portare a compimento il sogno di suo padre: viaggiare verso l’altra metà del mondo – ma in questo caso a bordo di un’auto elettrica, senza consumare neanche un litro di benzina. Un viaggio a emissioni zero.

Per la sua impresa Yuna ha scelto una compagna di avventure unica: la Hyundai Kona 100% elettrica. Con una batteria al litio da 64 kWh che eroga una potenza di 204 CV e garantisce 449 km di autonomia, Kona Electric è la partner ideale di questa avventura, che nel mese di giugno ha toccato anche l’Italia – attraversando le città di Genova, Torino e Milano.

Il propulsore elettrico del B-SUV compatto di casa Hyundai regala un’eccellente piacere di guida e un’autonomia adatta ad ogni tipo di utilizzo e di percorso: KONA Electric offre, infatti, diverse opzioni di ricarica e di prese adattandosi alle diverse tipologie di sistemi o stazioni di ricarica. I freni sfruttano al massimo la frenata rigenerativa regolabile, consentendo all’auto di mantenere uno stato ottimale di ricarica.  

Marocco, Spagna, Gibilterra, Francia, Monaco, Italia, Svizzera, Liechtenstein, Germania, Austria, Ungheria, Slovenia, Croazia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Lituania, Lettonia, Russia e Kazakistan sono già stati testimoni del passaggio di Yuna, che al volante di Kona Electric sta ora attraversando la Cina per raggiungere il ventiduesimo stato: la Corea del Sud, dove il viaggio avrà termine a Busan.

Play

Yuna ha cominciato la sua avventura a bordo del B-SUV elettrico Hyundai il 15 maggio dal Porto di Las Palmas di Gran Canaria, e il suo arrivo a Busan è imminente. Poco più di due mesi, ricchi di esperienze e di avventure in contesti sempre diversi, che vedranno come denominatore comune l’attenzione alla sostenibilità e il rispetto per l’ambiente. Il racconto è disponibile sul sito di Hyundai Canarie.

Lo sviluppo del progetto Road to Busan insieme a Yuna testimonia l’impegno di Hyundai a favore di una maggiore consapevolezza e della diffusione della mobilità sostenibile. Road to Busan va ben oltre una sfida personale: vuole dimostrare al mondo la possibilità di viaggiare per il mondo senza inquinare. Un progetto di Sostenibilità e di Responsabilità Sociale.

L’impegno di Hyundai nello sviluppo di veicoli a basse e zero emissioni è riconfermato nella Vision 2025 che prevede l’introduzione di 44 modelli Green da parte di Hyundai Motor Group entro il 2025, spaziando da alimentazioni electric, hybrid, plug-in hybrid e fuel cell.