Nuova Hyundai NEXO: il Future Utility Vehicle di Hyundai

  • Nuova Hyundai NEXO riafferma l’impegno di Hyundai verso un futuro più pulito
  • Ancora una volta Hyundai guida il progresso dei veicoli a celle a combustibile, offrendo la tecnologia più all’avanguardia sul mercato, con potenzialità di guida autonoma e il più potente propulsore nel segmento
  • Hyundai NEXO offre un’esperienza diretta di mobilità del futuro grazie a sistemi come il Remote Parking, il Blind Spot View Monitor e a nuove tecnologie di guida autonoma
  • Con circa 666 km (WLTP), Hyundai NEXO garantisce la migliore autonomia di guida a idrogeno attualmente disponibile e comparabile a quella di un’auto a combustione interna
  • Con ix35 Fuel Cell, Hyundai è stata la prima casa automobilistica a commercializzare un modello a idrogeno prodotto in serie, vantando il record di unità circolanti sulle strade europee

- La Nuova Hyundai NEXO rafforza la leadership del brand nei sistemi a propulsione elettrica con tecnologia a idrogeno.

Il modello inaugura il segmento FUV (Future Utility Vehicle) del brand e offre la tecnologie più avanzate nel segmento. Unendo la praticità di un SUV ai sistemi di guida autonoma e alla ventennale esperienza di Ricerca e Sviluppo di Hyundai nel settore della mobilità a idrogeno, garantisce un’autonomia di 666 km (WLTP – 756 in ciclo NEDC). 

Hyundai è già leader nel mercato dei veicoli a celle a combustibile di idrogeno in Europa: oltre il 70% delle auto Fuel Cell sulle strade europee sono state costruite dal brand. Nuova NEXO rappresenta un passo fondamentale nella nostra strategia eco-friendly che prevede il lancio di 18 nuovi modelli a zero o basse emissioni a livello globale entro il 2025, riflettendo il nostro grande impegno verso la mobilità eco compatibile.

Thomas A. SchmidChief Operating Officer di Hyundai Europa
Play

La seconda generazione di SUV a idrogeno Hyundai

Disponibile su diversi mercati europei a partire dall’estate 2018, Nuova NEXO è la seconda generazione di SUV a idrogeno del brand: Hyundai sta infatti investendo molto con l’obiettivo di raggiungere un futuro di mobilità a zero emissioni, che si traduce già oggi nell’offerta di tutte le principali alimentazioni alternative – elettrica, ibrida, ibrida plug-in e idrogeno. Migliorando il già apprezzato ix35 Fuel Cell, NEXO introduce il più innovativo propulsore eco-friendly rendendo la tecnologia a idrogeno più compatta, leggera e resistente. I miglioramenti nel sistema di aerazione, delle prestazioni a grandi altitudini e dei tempi di rifornimento, insieme all’efficienza complessiva e al risparmio di carburante, inseriscono NEXO in un segmento a sé.

Con ix35 Fuel Cell, nel 2013 Hyundai è diventata la prima casa automobilistica al mondo a commercializzare un’auto a idrogeno prodotta in serie, e grazie a NEXO il brand continua la propria strada verso l’introduzione nel mondo di 18 modelli ecologici entro il 2025, contribuendo a creare un ambiente più pulito.

Design puro che sottolinea lo spirito innovativo

Basata su una nuova piattaforma interamente dedicata, nuova Hyundai NEXO è caratterizzata da un design fluido, capace di enfatizzare la silhouette affusolata e il tetto che sembra “galleggiare” sulla carrozzeria: uno stile semplice ad efficiente, ma di forte impatto visivo, che rispecchia l’anima del SUV.

Il frontale senza soluzione di continuità appare largo e ben definito grazie alle luci di posizione a LED a sviluppo orizzontale, mentre i fari sono collegati a una linea di luce continua – sottile ed elegante. I fendinebbia triangolari posti sotto ai fanali sottolineano il lato futuristico dell’auto, mentre l’iconica “Cascading Grille” – allargata per lasciare passare una quantità maggiore di aria – completa il look del frontale.

La stessa filosofia di design continua nelle fiancate e alla zona posteriore: il tetto – che dona all’auto un senso di leggerezza e garantisce un’ottima luminosità interna – termina in montanti posteriori dalle dimensioni contenute e in una prominente appendice aerodinamica che integra il tergilunotto, assicurando un aspetto distintivo. Il design triangolare dei fanali e il layout orizzontale degli elementi al posteriore contribuiscono infine a rimarcare la presenza su strada.

Le linee pulite del modello si evidenziano anche nelle maniglie delle portiere, integrate nella carrozzeria dell’auto e che fuoriescono con un meccanismo automatico. I clienti potranno scegliere se attivare la funzione automatica scegliendo anche solo il lato guidatore. Le maniglie sono solo uno degli elementi che puntano a migliorare il coefficiente aerodinamico della vettura: numerose soluzioni come il sottoscocca e le prese d’aria all’anteriore e sui montanti posteriori portano a un Cx di 0.329.

Design interno

Il layout degli interni riprende lo stile minimalistico delle linee esterne, accogliendo in maniera fine e intuitiva i due schermi LCD: uno da 12,3 pollici al centro della plancia e uno da 7’’ per il quadro strumenti. Il display di sinistra mostra dati come la velocità, il livello di carburante e l’efficienza di guida, mentre quello di destra presenta una nuova funzione split-screen ed una schermata per navigazione, connettività e infotainment.

La funzione shift by wire rende inoltre possibile l’integrazione di una consolle centrale sospesa, che concede maggior spazio per riporre oggetti e borse. Il cambio – come anche il selettore delle modalità di guida e il climatizzatore – si opera attraverso tasti fisici, mentre un’elegante manopola comanda il sistema di navigazione. Infine, sulla consolle centrale trova posto un vano con una base di ricarica wireless per smartphone e una porta USB.

In aggiunta, il design fluido e pulito è enfatizzato ulteriormente dall’uso per tutte le superfici di bio-materiali certificati dall’organizzazione indipendente UL (Underwriters Laboratories). I rivestimenti dei sedili, ad esempio, sono realizzati in eco-pelle e tessuti sostenibili, i tappetini e alcuni dettagli sono composti da fibre ecologiche derivate dalla canna da zucchero, mentre la parte centrale della consolle è rifinita in eco-vernice. Il 15% dei materiali utilizzati per gli interni sono eco-sostenibili, migliorando il “bilancio di CO2”di NEXO di un ulteriore 20%.

I clienti possono scegliere due combinazioni di colori per gli interni: Meteor Blue o Stone and Shell Grey bi-tono.

Hyundai NEXO introduce inoltre il primo sistema a tre serbatoi unificati, che grazie alle loro dimensioni ridotte permettono di ottimizzare gli spazi, anche attraverso un passo ruota aumentato di 150 mm rispetto alla ix35 Fuel Cell. Il layout migliorato si concretizza in una maggiore spaziosità interna – che è la migliore tra le auto a idrogeno attualmente circolanti – e in un bagagliaio di 461 litri (VDA 211), fino a 1.466 litri (VDA 214) - con piano di carico perfettamente piatto.

Il più avanzato sistema a celle a combustibile e la migliore autonomia

Il pianale nuovo e dedicato su cui nasce nuova Hyundai NEXO dona al nuovo modello numerosi vantaggi, tra cui una riduzione del peso, un posizionamento funzionale delle batterie nel bagagliaio e il miglior layout del sistema a celle a combustibile. Questo si traduce in un veicolo a zero emissioni perfetto per la vita di tutti i giorni, efficiente e che non scende a compromessi in termini di dinamica di guida. Grazie al motore sincrono a magneti permanenti da 163 CV di potenza massima (120 kW) e 395 Nm di coppia, nuova Hyundai NEXO è l’auto a idrogeno più veloce con una velocità massima di 179 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,2 secondi.

Il sistema a celle a combustibile di nuova generazione vanta l’efficienza migliore nel mercato (60%) con un consumo di carburante di 0,84 kg ogni 100 km. Questo risultato porta a raggiungere un’autonomia di guida di 666 km (ciclo WLTP): un valore assimilabile a quella di un’auto con motore termico e meglio di qualsiasi altro veicolo elettrico o a idrogeno, che consente quindi di percorrere anche grandi distanze. Anche il sistema di stoccaggio di Hyundai NEXO fa segnare un record di categoria: i tre serbatoi da 52,2 litri di idrogeno ciascuno hanno infatti la migliore densità di stoccaggio riuscendo a immagazzinare più combustibile. Nonostante il volume maggiore, per fare un pieno di idrogeno sono necessari solo cinque minuti.

Ulteriore risultato leader nel settore è la capacità di avviamento a freddo entro 30 secondi, anche quando l’auto è stata esposta a temperature di -30° C. La nuova tecnologia impiegata per la cella a combustibile (“Membrane electrode catalyst”) garantisce inoltre alla NEXO un’affidabilità eccezionale e senza precedenti, simile a quella di un’auto con motore a combustione interna: minimo 10 anni o 160.000 km.

Guida elettrica e agevole

Caratteristica degli interni è rappresentata dal modulo shift by wire, che consente un funzionamento intuitivo del powertrain elettrico, consentendo di selezionare le diverse modalità di guida, o di attivare il freno di stazionamento elettrico, attraverso un semplice pulsante.

Il sistema di frenata rigenerativa permette di massimizzare il recupero dell’energia in fase di frenata, con intensità regolabile tramite le palette al volante.

Sterzo e sospensioni migliorati per il massimo piacere di guida

Attraverso l’introduzione di sospensioni posteriori multilink, NEXO offre un maggiore comfort e tenuta di strada, mentre la reattività del volante è stata incrementata grazie a un aumento del rapporto di sterzo a 58 mm (più 4 mm rispetto alla ix35 Fuel Cell). Il corpo vettura resistente ma leggero consente di migliorare le performance dinamiche e la sicurezza di Hyundai NEXO, grazie all’utilizzo del 56% di acciaio ad alta resistenza. La rigidità è aumentata del 30% garantendo ottimi livelli di tenuta di strada e riducendo allo stesso tempo il rollio in curva.

I veicoli fuel cell purificano l’aria

I veicoli a idrogeno non emettono agenti inquinanti, esattamente come quelli completamente elettrici, ma hanno anche un altro beneficio: il funzionamento del sistema a celle a combustibile permette infatti di purificare l’aria, catturando una quantità di polveri sottili pari a quella emessa da due auto diesel che percorrono la stessa distanza.

Il filtro per l’aria – efficace e duraturo – è capace di bloccare micro-particolati di dimensioni anche inferiori a quelle del particolato PM2.5. In altre parole, l’aria viene purificata dal 99% delle polveri sottili, e il display sul cruscotto mostra al guidatore quanto la sua guida stia contribuendo a depurare l’ambiente circostante.

Connettività allo stato dell’arte

Il nuovo navigatore è una caratteristica distintiva di Hyundai NEXO, con lo schermo da 12,3’’ LCD a colori perfettamente integrato nella console centrale che esalta il carattere premium e moderno del modello. Il sistema è inoltre altamente funzionale grazie alla tecnologia touch-screen, alla possibilità di utilizzare la funzione split-screen per visualizzare più schermate contemporaneamente, e alla grande visibilità ottenuta grazie alla luminosità aumentata del 28%. La possibilità di connettere il proprio smartphone attraverso Apple CarPlay e Android Auto aggiunge facilità di utilizzo e sicurezza ala guida.

Lo schermo mostra inoltre numerose informazioni relative al sistema fuel cell – come il flusso di energia e le stazioni di rifornimento più vicine. Inoltre, il display mostra lo stato del serbatoio di idrogeno (temperatura, pressione e altre informazioni) e la quantità di aria pulita prodotta da NEXO.

Il controller a 8 regolazioni integrato nella console centrale permette al guidatore di navigare tra le impostazioni di visualizzazione, modificandole, mentre il nuovo cluster LCD a colori da 7’’ mostra le informazioni chiave alla guida come velocità, potenza utilizzata e livello di carburante.

Il sistema audio Krell garantisce un’elevata esperienza sonora attraverso due tweeter, quattro speaker nelle portiere e un subwoofer centrale. Il sistema di riconoscimento vocale, insieme alla connettività Bluetooth, aumenta ulteriormente il comfort di bordo.

Portellone automatico e tetto panoramico

Il portellone posteriore automatico permette al guidatore di aprire a chiudere il bagagliaio automaticamente attraverso un bottone, rendendo le operazioni più agevoli di carico e scarico. Il tetto panoramico permette inoltre ai passeggeri di godere di una vista più ampia, migliorando al contempo esperienza di guida e comfort.

Comfort e tecnologie di assistenza alla guida

Oltre ai più aggiornati sistemi di guida assistita della famiglia Hyundai SmartSense, debuttano su NEXO le nuove tecnologie Advanced Driver Assistance Systems (ADAS), che incrementano le potenzialità di guida autonoma del brand legando le tecnologie del futuro a una mobilità in continua evoluzione.

Blind-Spot View Monitor (BVM)

Il Blind-Spot View Monitor (BVM) è una tecnologia all’avanguardia nel settore che mostra al guidatore, su uno schermo centrale, la visuale laterale e posteriore della vettura, utilizzando le telecamere nel momento di cambio della corsia in entrambe le direzioni. Il sistema utilizza schermi a grandangolo sui due lati dell’auto per mostrare anche le aree che non sono normalmente visibili con gli specchietti retrovisori tradizionali, fornendo un supporto affidabile anche in caso di scarsa visibilità (buio o pioggia).

Lane Following Assist (LFA) e Highway Driving Assist (HDA)

Il Lane Following Assist (LFA), tecnologia totalmente nuova per Hyundai e che debutta proprio su NEXO, regola automaticamente lo sterzo per mantenere la vettura al centro della sua corsia di marcia a velocità comprese fra 0 e 150 km/h su strade urbane ed extra-urbane. Se abbinato all’Highway Driving Assist (HDA) di Hyundai – che utilizza sensori e mappe per garantire un funzionamento ancora più sicuro, regolando automaticamente la velocità secondo i limiti – i guidatori saranno in grado di percorrere lunghe distanze con maggiore facilità e sicurezza.

Remote Smart Parking Assist (RSPA)

L’RSPA consente a NEXO di entrare o uscire da un parcheggio in maniera autonoma, anche senza la presenza del conducente a bordo. Il sistema può persino riportare NEXO autonomamente in un parcheggio al semplice tocco di un pulsante. Di fronte a qualsiasi tipologia di parcheggio, i guidatori di NEXO saranno quindi in grado di parcheggiare con precisione e in completa tranquillità.

Hyundai SmartSense: il più alto di livello di Sicurezza Attiva

LFA, HDA e RSPA sono solo tre delle tecnologie ADAS incorporate sulla Nuova Hyundai NEXO. Il Future Utility Vehicle utilizza infatti le più recenti tecnologie di sicurezza attiva e assistenza alla guida della famiglia Hyundai SmartSense, in linea con i più elevati standard europei: l’Avviso di Possibili Urti Frontali, la Frenata Autonoma di Emergenza con Riconoscimento di Veicoli e Pedoni, il Sistema di Mantenimento Attivo della Corsia, l’illuminazione statica degli angoli e la Regolazione Automatica dei Fari Abbaglianti, il Rilevamento della Stanchezza del Conducente, l’Avviso di Possibili Urti Posteriori.

Frenata Autonoma di Emergenza con Riconoscimento di Veicoli e Pedoni

Hyundai NEXO è equipaggiata con un sistema di sicurezza attivo che rileva le situazioni d’emergenza frenando direttamente la vettura se necessario. Sfruttando il radar frontale e i sensori video, il sistema si attiva in tre fasi. Inizialmente avvisa il guidatore con un allarme visivo e sonoro, successivamente effettua una valutazione della frenata a seconda della potenziale collisione e quindi applica la massima forza possibile alla frenata stessa. Operando da una velocità superiore ai 8 km/h, permette di minimizzare i danni nel caso in cui la collisione non possa essere evitata.

Sistema di Mantenimento Attivo della Corsia (LKA)

Il Sistema di Mantenimento Attivo della Corsia, di serie, contribuisce alla sicurezza di marcia evitando le deviazioni involontarie dalla corsia di marcia ad una velocità superiore ai 60 km/h. Il sistema avvisa il guidatore con un allarme sia acustico che visivo prima di indurre una sterzata correttiva per riportare l’auto in posizione di sicurezza.

Regolazione Automatica dei Fari Abbaglianti (HBA)

Quando viene selezionata la modalità automatica, la regolazione automatica dei fari abbaglianti rileva sia i veicoli in arrivo che i veicoli che procedono nello stesso senso di marcia, modificando automaticamente le luci da abbaglianti ad anabbaglianti, così da ridurre l’effetto accecante verso gli altri guidatori. In assenza di veicoli circostanti, il sistema riattiva automaticamente gli abbaglianti, massimizzando così la visibilità per il conducente.

In aggiunta, l’illuminazione statica degli angoli accende e spegne automaticamente le luci di svolta in base alla velocità del veicolo e al raggio di sterzata.

Rilevamento della Stanchezza del Conducente

Il rilevamento della stanchezza del conducente offre un ulteriore sistema di protezione. Il sistema analizza infatti alcuni segnali di guida, come l’angolazione del volante, l’intensità della sterzata, la posizione del veicolo rispetto alla corsia e da quanto tempo si è alla guida. Se vengono rilevate delle anomalie rispetto al comportamento standard, il sistema emette un allarme acustico e, allo stesso tempo, compare un messaggio sul quadro strumenti che avverte il guidatore suggerendo una pausa.

Rilevatore dell’Angolo Cieco

Il rilevatore dell’angolo cieco monitora gli angoli posteriori e, sfruttando la tecnologia radar, nel caso in cui un altro veicolo si avvicini, aziona la spia d’avviso collocata sugli specchietti retrovisori laterali. Se a quel punto il guidatore inserisce la freccia, si attiva anche un allarme acustico. Il sistema agisce anche in caso di un semplice cambio di corsia.

Avviso di Possibili Urti Posteriori

Sfruttando i medesimi sensori del Monitoraggio degli angoli ciechi, l’Avviso di Possibili Urti Posteriori riduce il rischio di collisione con altri veicoli in avvicinamento, durante le manovre in retromarcia in aree trafficate o a visibilità ridotta. Un radar posteriore, che si attiva quando si inserisce la retromarcia, effettua una scansione a 180 gradi dello spazio retrostante: così facendo è in grado di rilevare eventuali pericoli e di avvertire il conducente con segnali luminosi e acustici.

La più lunga dimostrazione di guida autonoma

Nel febbraio 2018, Hyundai NEXO è riuscita a completare un viaggio di 190 km da Seul a Pyeongchang: è la prima volta che veicoli a guida autonoma di livello 4 percorrono una distanza così lunga a una media di 100-110 km/h. Entrati in autostrada i veicoli hanno viaggiato in risposta al naturale flusso del traffico, eseguendo cambi di corsia, manovre di sorpasso e superato i caselli autostradali. L’aggiunta di sensori ai veicoli ha permesso la realizzazione di una tecnologia di guida completamente autonoma, avvicinando Hyundai alla commercializzazione della tecnologia self-driving.

Il viaggio è stato completato da tre Hyundai NEXO, dotate del livello 4 di guida autonoma definito dagli standard internazionali SAE (Society of Automotive Engineers) e della tecnologia di rete 5G, che rappresentano perfettamente la visione di Hyundai per la mobilità del futuro: una mobilità connessa, libera e pulita.